Congratulazioni! Hai vinto!
Risultati della partita
Tempo:
Punteggio:
:
:
Le tue statistiche
Miglior punteggio:Data:
Partite vinte:Punteggio medio:
Partite giocate:Punteggio medio:
Percentuale di vittorie:
Gioca ancora
Le tue statistiche
Seleziona tipo di punteggio
 
 
 
Un colore
 Due colori
 Quattro colori
Statistiche di base
Partite giocate:
Partite vinte:
Percentuale di vittorie:
Serie di vittorie più lunga:
Serie di sconfitte più lunga:
Serie attuale:
Statistiche di punteggio
Miglior punteggio:
Data:
Punteggio medio delle partite vinte:
Punteggio medio totale:
Tempo e mosse
Tempo totale di gioco (secondi):
Tempo medio delle partite vinte (secondi):
Numero totale di mosse:
Numero medio di mosse per le partite vinte:
Numero medio di mosse per ora nelle partite vinte:
Reimposta
 
Chiudi
Chiudi
Informazioni

Scorciatoie tastiera importanti

Attiva schermo intero:F11 (maggior parte dei browser)
Annulla mossa:Ctrl-Z
Nuova partita:F2
Chiudi finestra di dialogo:Esc

Solitario Spider

Ciao, ti diamo il benvenuto sulla app del solitario Spider! Spider è un famoso solitario, per lo più grazie alla sua difficoltà che lo rende un interessante rompicapo di logica. Questa versione del gioco è disponibile online gratuitamente e chiunque può giocarci.

Descrizione

Come la maggior parte dei solitari, Spider può essere giocato da una sola persona, e l’obiettivo è quello di riordinare le carte per seme e valore posizionandole nelle case in cima al tabellone di gioco. Ciò che distingue Spider dagli altri solitari è che il giocatore deve assemblare pile di carte ordinate sul tabellone di gioco. Le carte di un seme possono essere trasferite nelle case solo se la serie è completa da Asso a Re. Si distingue quindi da altri solitari (come Klondike e Freecell), in cui il giocatore sposta le carte nelle case una per una, iniziando dagli Assi. Inoltre, il solitario Spider si gioca con due mazzi, a differenza di altri tipi di solitario che si giocano con un solo mazzo.

Il tabellone di gioco si compone di dieci colonne di carte capovolte, tranne per la carta posizionata per ultima in cima alla pila (questo vuol dire che la carta in cima alla pila, ossia quella non coperta da altre carte, è in realtà in fondo alla colonna guardando il tabellone di gioco). Il giocatore deve ordinare le carte per seme e ordine crescente spostandole tra le colonne. È possibile spostare insieme solo le carte già ordinate per seme e valore. A parte questo, non ci sono limiti ai movimenti delle carte (a differenza di Freecell, in cui la dimensione della serie di carte che si può spostare dipende dal numero di celle disponibili). Oltre alle dieci colonne, sul tavolo ci sono anche otto case, nell’angolo in alto a destra, e il mazzo che si trova nell’angolo in alto a sinistra del tabellone di gioco.

Istruzioni

Regole generali

  1. Quando finiscono le mosse disponibili, il giocatore può pescare le carte dal mazzo. Per effettuare questa mossa il giocatore deve fare in modo che non ci siano colonne vuote. In caso ci sia una colonna vuota non sarà possibile pescare le carte dal mazzo. Questo vuol dire che è possibile trovarsi in una situazione in cui sul tabellone di gioco non ci sono abbastanza carte per permetterti di spostarne almeno una su ogni colonna, impedendoti quindi di pescare altre carte del mazzo, dato che ci sarebbero delle colonne vuote. Bisogna cercare di evitare questa situazione e non avere mai meno di dieci carte sul tavolo. Se non ci sono colonne vuote sarà possibile pescare dieci carte dal mazzo e posizionare una carta scoperta in cima a ogni colonna.
  2. Una carta (o una serie di carte) può essere spostata da una colonna all’altra solo se le carte(a) sono di un valore inferiore rispetto alla carta sotto la quale si desidera posizionarle. Il seme delle carte è indifferente; tuttavia, se le carte hanno un seme diverso non potrai spostarle tutte insieme in un secondo momento.
  3. È possibile posizionare qualsiasi carta in una colonna vuota.
  4. Per far sì che una serie di carte si possa spostare, le carte devono essere tutte in sequenza e appartenere allo stesso seme.
  5. Quando sic rea una serie di tredici carte dello stesso seme e in ordine dall’Asso al Re, dovrai raccogliere e spostarle in una casa in cima al tabellone. Il gioco esegue automaticamente questa mossa.
  6. La partita si gioca con due mazzi, ossia con 104 carte.
  7. Il solitario Spider segue un punteggio particolare. Si inizia con un punteggio di 500 punti, e ogni mossa (anche gli annullamenti) sottrae 1 punto. Inoltre, si riceveranno 100 punti ogni volta che si compone una serie completa e le carte vengono trasferite nella casa. Quindi, l’obiettivo del gioco è mettere le carte nelle case usando il minor numero possibile di mosse. Si capisce anche che è consentito annullare una mossa, e questa azione è considerata a tutti gli effetti come qualsiasi altra mossa. L’annullamento è molto utile quando si gioca a un livello di difficoltà più alto.
  8. È importante costruire serie di carte in sequenza, soprattutto con carte dello stesso colore. È importante anche scoprire il maggior numero di carte possibile; anche se ciò vorrà dire creare serie di diversi colori. Le carte del mazzo dovrebbero essere pescate solo quando non ci sono più mosse disponibili, oppure, quando le mosse rimaste non potranno migliorare la situazione, ma peggiorarla. Infine, e questo è un concetto importante quando di gioca a difficoltà più alte, si dovrebbe liberare una colonna il prima possibile. Avere una colonna libera aumenta notevolmente la possibilità di spostare le carte e posizionarle in ordine in altre colonne, permettendoti di usarla per conservare temporaneamente carte singole o in serie.

Il gioco ha tre varianti, ognuna con un livello di difficoltà diverso.

  1. 1 seme: questa variante di Spider si gioca con carte di un solo seme. È la variante più semplice, dato che è possibile muovere ogni serie consequenziale creata dal giocatore, ed è quasi sempre possibile risolvere le partite.
  2. 2 semi: questa variante di Spider è più difficile, dato che si gioca con due semi. In genere sono semi di colore opposto. Quindi, un seme nero (Fiori o Picche) e un seme rosso (Cuori o Quadri). In questa variane del gioco si possono creare serie usando carte di entrambi i semi; tuttavia, le serie si potranno spostare solo se le carte al loro interno appartengono allo stesso seme. Nonostante questa variante sia notevolmente più difficile da risolvere rispetto alle partite con 1 seme, se ci si impegna abbastanza e si riflette con attenzione, anche le partite con 2 semi sono quasi sempre risolvibili.
  3. 4 semi: questa variante di Spider è la più difficile, e all’inizio potrebbe sembrare impossibile vincere una partita. Tuttavia, con molta pazienza e determinazione sarà possibile risolverne alcune. La difficoltà sta nel fatto che vengono usati due mazzi completi, quindi si giocherà con quattro semi. Come per la difficoltà più bassa, si possono posizionare le carte una sopra l’altra a prescindere dal seme, sempre che la carta di destinazione abbia un valore superiore. Ad ogni modo, per creare serie che sia possibile spostare, sarà necessario usare carte dello stesso seme. Questo vuol dire che, per ogni carta in gioco, ci sono solo due carte su 104 su cui è possibile posizionarle per creare una serie spostabile. E ci sono poche possibilità che una di queste carte sia disponibile sul tabellone. Di conseguenza, un giocatore molto bravo potrà vincere circa 1 partita su 3, al massimo.

Esempio di risoluzione di una partita

Il solitario Spider ha tre livelli di difficoltà. Ecco un esempio per iniziare al meglio una partita del livello più semplice: Spider con 1 seme. Questa variante del gioco usa due mazzi di carte dello stesso seme.


Con 1 solo seme spesso è possibile fare molte mosse fin dall’inizio. In questo esempio si possono fare subito tre mosse. Spostiamo il 4 sul 5, il 2 all’estrema destra sul 3 e il 6 che si trova sulla destra sul 7.

Ora passiamo al secondo turno di mosse, possiamo muovere la serie composta dal 2 e 3, situata nella quarta colonna, sul 4 quattro nell’ottava colonna. Spostiamo anche il 9 sul 10.

Procedendo, sposteremo il 10 che si trova nella quarta colonna sotto il Jack nella quinta colonna. Sposteremo anche la serie composta da 9 e 10, situata nella sesta colonna, sotto il Jack nella settima colonna. Infine, muoviamo la serie di quattro carte che si trova nell’ottava colonna sotto il 6 nella nona colonna.

Proseguiamo mettendo in ordine le carte. Posizioniamo il 10 della quarta colonna sotto il Jack. Poi, spostiamo l’8 sotto il 9 della settima colonna. E infine, spostiamo il 9 dell’ottava colonna sotto il 10 della quinta colonna.

A questo punto possiamo fare una mossa importante e spostare l’intera serie della nona colonna e posizionarla sull’8 nella settima colonna.

Purtroppo, arrivati a questo punto non possiamo fare altre mosse utili. L’unica possibilità che ci resta è pescare le carte dal mazzo.

Ripuliamo il disordine creato dalle nuove carte arrivate sul tabellone. Posizioniamo il 4 della seconda colonna sul 5 nella decima colonna. Spostiamo il Jack dall’ottava colonna sulla Donna nella quarta colonna. E per concludere, spostiamo il 7 dalla sesta colonna sull’8 nella quinta colonna.

Spostiamo la Regina e il Jack dalla quarta colonna mettendole sotto il Re nell’ottava colonna. Adesso spostiamo anche il 6 dalla sesta colonna e portiamolo sotto il 7 nella quinta colonna.

Adesso possiamo spostare l’ultima carta dalla sesta colonna, l’Asso, e posizionarlo sul 2 nella prima colonna. Poi, prendiamo il 10 dalla quinta colonna e tutta la serie di carte che seguono e spostiamolo sotto al Jack nell’ottava colonna. Ora, come puoi vedere, abbiamo appena iniziato a costruire la nostra prima serie completa, dal Re all’Asso.

In questa mossa continueremo a costruire la nostra prima serie posizionando il 5 e il 4 che si trovano nell’ultima colonna sotto il 6 nell’ottava colonna. Spostiamo anche il 4 dalla quarta colonna e portiamolo nella sesta colonna che è rimasta vuota.

Purtroppo, non possiamo continuare a costruire la nostra prima serie completa perché al momento non abbiamo a disposizione un 3. In compenso, possiamo spostare il 5 che si trova nella quarta colonna e posizionarlo sul 6 che si trova nella seconda colonna.

Poi, possiamo spostare il 4 dalla sesta colonna e posizionarlo sul 5 nella seconda colonna. Ora abbiamo di nuovo una colonna vuota.

Possiamo usare la colonna vuota per tenere da parte il 2 che si trova nella settima colonna. Questo 2 ci bloccava molte mosse utili.

Ora possiamo continuare a costruire la nostra prima serie completa. Spostiamo il 3 dalla settima colonna e posizioniamolo sul 4 nell’ottava colonna.

E, infine, per completare la nostra prima serie, spostiamo l’Asso sul 2 nell’ottava colonna. Questa serie completa si sposterà da sola nella casa sopra il tabellone di gioco.

Adesso non abbiamo altre mosse a disposizione, quindi l’unica cosa da fare è pescare le carte dal mazzo.

Ora possiamo mettere in ordine le carte. Spostiamo il 5 dalla quarta colonna e posizioniamolo sotto il 6 nella terza colonna. Quindi spostiamo il Jack e il 10 dall’ottava colonna e posizioniamoli sotto la Regina nella decima colonna. Infine, spostiamo il 7 dalla nona colonna e posizioniamolo sull’8 nella settima colonna.

Spostiamo il 6 e il 5 dalla terza colonna e posizioniamoli sul 7 nella settima colonna. Poi, spostiamo la serie nella decima colonna, a partire dalla Regina, e posizioniamola sul Re nella quarta colonna. Per concludere, spostiamo il 2 che era sotto la Regina e posizioniamolo sul 3 nella quinta colonna.

Procediamo spostando il 7 dall’ottava colonna per posizionarlo sull’8 nella terza colonna.

Scomponiamo la sesta colonna. Possiamo spostare il Re nell’ottava colonna che è vuota, e il 2 nella prima colonna.

Poi, concentriamoci sulla seconda colonna. Possiamo spostare il Jack nella sesta colonna, che è vuota, e poi possiamo portare la serie che inizia con il 6 sotto il 7 nella terza colonna.

Continuiamo a posizionare le carte sul tabellone di gioco secondo l’ordine decrescente. Spostiamo il 2 e il 3 dalla quinta colonna e posizioniamoli sul 4, poi spostiamo il 6 dalla seconda colonna e posizioniamolo sul 7.

Ora, possiamo posizionare il Jack nella sesta colonna sulla Regina nella seconda colonna e spostarli insieme sul Re che si trova nell’ottava colonna.

Spostiamo il 6 e il 7 dalla decima colonna e portiamoli alla seconda colonna, poi prendiamo la serie nella settima colonna, a partire dall’8, e posizioniamola nella colonna vuota, la sesta.

In conclusione, possiamo spostare il 2 e il 3 dalla prima colonna e portarli nella settima colonna. Se presti attenzione, ora il tabellone sembra abbastanza ordinato. Ci serve solo un Asso per completare una serie. Sembra proprio l’inizio di una partita facile!

Il secondo livello di difficoltà si gioca con due mazzi: uno composto da un seme rosso e uno da un seme nero. Spesso questa variante viene chiamata Spider a 2 semi. Di seguito puoi trovare un esempio per iniziare bene una partita del genere:


Iniziamo mettendo in ordine le carte dello stesso colore. Sposta il 6 di cuori nella seconda colonna, il 7 di Picche sopra l’8, il Jack di Cuori sulla regina di Cuori più a destra, e il Jack di Picche sulla regina di Picche.

Ora che abbiamo scoperto il Re di Cuori possiamo spostarci sopra la Regina e il Jack.

Purtroppo non possiamo fare altre mosse per mettere in ordine le carte dello stesso colore, ma possiamo ancora scoprire altre carte in modo da avere altro materiale con cui lavorare. Mettiamo il 2 di Picche sul 3 di cuori, nell’ottava colonna.

Abbiamo scoperto il 10 di Cuori, che possiamo subito muovere sul Jack di Cuori nella prima colonna.

Ora, purtroppo, non possiamo fare altre mosse utili con le carte che abbiamo. L’unica mossa che ci resta è pescare le carte dal mazzo.

Adesso abbiamo molte nuove carte e possiamo fare molte mosse. Per prima cosa sposteremo il 2 di Cuori dalla quarta colonna sul vicino 3 di Cuori. Questo ci permette di sbloccare una serie di due carte composta da 7 e 8 di Picche e che possiamo muovere sul 9 di Picche che si trova nella sesta colonna. Poi, possiamo muovere la nuova serie che abbiamo creato composta da 7, 8 e 9, sopra il 10 della nona colonna. Inoltre, possiamo spostare il 9 di Cuori dalla quinta colonna alla seconda.

Adesso che abbiamo liberato la Regina, possiamo posizionarla sul Re di Cuori.

Ci troviamo di nuovo a non poter fare mosse utili, quindi dobbiamo pescare altre carte dal mazzo.

Il tabellone è un po’ affollato, ma non avere paura! Risolveremo questo rompicapo. Iniziamo spostando il 7 di Picche dalla quinta colonna sul vicino 8 di Picche, e poi spostiamo entrambi sopra il 9 di Picche nella seconda colonna. Il 5 di Cuori nella quarta colonna è diventato disponibile, quindi possiamo muoverlo nella terza colonna e posizionarlo sopra il 6 di Cuori. Alla fine, possiamo muovere la Regina dalla sesta colonna e posizionarla sul Re dell’ottava colonna.

Ora possiamo spostare il 6 che si trova nella quarta colonna e portarlo sul 7 della seconda colonna. A questo punto, possiamo muovere la serie di quattro carte sul 10 di Picche nella sesta colonna.

A questo punto sarebbe possibile spostare il 5 di cuori dalla nona colonna alla sesta, e poi spostare la serie a partire dalla Regine di Picche dalla nona colonna alla quarta. In questo modo si scoprirebbe una carta, ma si finirebbe anche per bloccare la sesta colonna. È perfettamente legittimo provare queste mosse per vederne il risultato, e se non sono utili si possono annullare. Ciò è possibile perché il punteggio nel solitario Spider dipende dal numero di mosse, e gli annullamenti contano come una mossa normale, quindi rispettano perfettamente le regole. In questo caso, si scoprirà che la cosa migliore da fare è pescare le carte dal mazzo.

Con nuove carte avremo nuove mosse! Iniziamo prendendo il 3 e il 4 di Picche dalla terza e quinta colonna per posizionarli sul 5 nella prima colonna. Con una mossa analoga, si possono prendere l’Asso e il 2 dalla sesta e settima colonna e posizionarli sul 3 nell’ottava colonna. In questo modo si libererà il 5 nella settima colonna, che potremo poi posizionare sul 6 nella quarta colonna.

Ora possiamo posizionare il 5 e il 6 della quarta colonna sul 7 nella settima colonna. Inoltre, sposteremo la serie che inizia con il 10 dalla sesta colonna posizionandola sul Jack di Picche nella nona colonna. Dato che ora non abbiamo più mosse con carte dello stesso colore, possiamo provare a scoprire alcune carte spostando il 3 di Cuori dalla quinta colonna e portandolo sul 4 della seconda colonna.

Posiziona 3, 4 e 5 della prima colonna sul 6 della nona colonna. Poi sposta l’8 sul 9 nella decima colonna.

E ora abbiamo a disposizione un’altra combinazione di mosse! Per prima cosa, spostiamo 5, 6 e 7 dalla settima colonna portandoli sull’8 della quinta colonna, prendi la serie e spostala sul 9 della sesta colonna. Useremo l’altro 7 nella settima colonna per posizionare il 5 e il 6 della terza colonna. Poi, sposteremo queste tre carte sull’8 di Picche che si trova nella decima colonna.

Finalmente stiamo per liberare una colonna! Si tratta di un’azione molto importante, dato che una colonna vuota può essere molto utile, dato che possiamo posizionarvi qualsiasi carta. Presto la useremo per disporre più carte nel modo in cui desideriamo. Ma prima, bisogna arrivarci. Quindi, mettiamo la Regina sul Re nella prima colonna. Spostiamo anche l’Asso dalla settima colonna e portiamolo sul 2 nella terza colonna.

Useremo la colonna che abbiamo appena liberato per liberarne un’altra. Quindi, dobbiamo spostare il 5 di Picche.

Concentriamoci sulla seconda colonna. Per prima cosa, spostiamo il 3 sul 4 nella settima colonna, prendiamo entrambe le carte e spostiamole sotto il 5 nella sesta colonna. Poi, spostiamo il 4 che abbiamo appena liberato sul 5 nella quinta colonna.

Ora concentriamoci sulla nona colonna. Per prima cosa, spostiamo la serie che inizia con il Jack di Picche sulla Regina nella prima colonna. Poi, prendiamo il 5 di Cuore e spostiamolo nella settima colonna che abbiamo liberato. Infine, spostiamo la serie che inizia con la Regina di Picche sopra il Re nella quarta colonna.

Adesso lo scopo è creare una serie completa nella quarta colonna. Per farlo prenderemo il 4 e il 5 dalla quinta colonna e li sposteremo sul 6 nella nona colonna, poi prenderemo la serie di tre carte e la posizioneremo sul 7 nella quarta colonna.

Spostiamo la serie che abbiamo creato nella quarta colonna sulla quinta colonna. Spostiamo anche il 5 dalla settima colonna per posizionarlo sul 6 nella nona colonna, poi riportiamo entrambe le carte sulla settima colonna.

Possiamo finalmente concludere la nostra prima serie completa. Per farlo dobbiamo prendere l’Asso che abbiamo appena scoperto nella quarta colonna e posizionarlo sul 2 nella nona colonna. Poi, prendiamo entrambe le carte e spostiamole sulla prima colonna, quindi prendiamo la serie composta da Asso, 2 e 3 e spostiamola sulla quinta colonna. Ecco, abbiamo completato la prima serie!

Ora possiamo spostare l’8 dalla quarta colonna e posizionarlo sul 9 della seconda colonna. Poi, prendiamo 8, 9 e 10 dalla seconda colonna e posizioniamoli sul Jack nella nona colonna.

Attenzione, ora abbiamo due colonne vuote! In teoria siamo invincibili a questo punto, e sarà difficile perdere questa partita. Possiamo continuare spostando il 6 e il 7 dalla seconda colonna portandoli sull’8 nella nona colonna.

Guarda che bel tavolo! Sai cosa fare ora? Riesci a capire che mosse fare per ottenere tre colonne vuote?

La modalità di gioco più difficile è quella con due mazzi completi; cioè con due colori e quattro semi. Questo livello di difficoltà è riservato ai giocatori molto bravi, quindi abbiamo deciso di non includerlo in questo tutorial di base. Sta a te capire come giocare a Spider con 4 semi!

Storia

Il solitario Spider nacque nel 1947 quando fu giocato per la prima volta usando (indovina un po’?) delle carte reali, e non un computer. Si dice che Spider fosse il solitario preferito del presidente degli Stati Uniti Roosevelt. Questo gioco è sempre stato piuttosto popolare grazie alla sua difficoltà e al potenziale di allenare pensiero strategico e capacità analitiche. Le prime versioni per computer comparvero nei primi anni ’90, con il sistema operativo Windows 3. Una versione Unix fu sviluppata persino prima, nel 1989, ma questa non divenne mai così popolare. Da allora, Spider è sempre stato integrato nella maggior parte dei sistemi operativi. Le sue versioni più amate sono state quelle incluse in Windows 7 e XP. Questa versione online di Spider è ispirata proprio a quelle varianti.

Chiudi